On Air

La nostra Playlist

Home

Bumblebee

15 Dicembre 2018 Go Ciak Yourself


Gli amanti della saga dedicata ai robot giganti, creati dalla Hasbro e portati sul grande schermo da Michael Bay, attendono con trepidazione il 20 dicembre, per poter tornare al cinema a vedere il primo capitolo dello spin off dedicato ai Transformers. Protagonista di questa pellicola è uno dei robot più amati della saga: stiamo parlando della Chevrolet Camaro, che prendeva le sembianze del simpaticissimo quanto grottesco Bumblebee.
In questo capitolo viene narrata la storia del robottino giallo, che dal suo pianeta d’origine – Cyberthron – viene catapultato direttamente sulla Terra con l’intento di stabilire una base anche per gli Autobots sopravvissuti e per il suo leader Optimus Prime. Sulla terra, però, dovrà guardarsi le spalle da una coppia di Decepticon inviati da Megatron per ucciderlo e dal cosiddetto Settore Sette, che è una sezione segreta del governo autorizzata ad indagare sulle vicende extra terrestri. L’agente speciale Burns – interpretato dal wrestler John Cena – si metterà sulle sue tracce per stanarlo e catturarlo, per poter apprendere quanto più possibile sulla razza aliena. Bumblebee troverà conforto quando la giovane Charlie Watson – Hailee Steinfeild – lo prenderà con sé in veste di auto personale e, tra i due, nascerà una profonda e sincera amicizia. Entrambi dovranno impedire ai Decepticon di inviare un messaggio a Megatron per far scendere sulla terra il suo esercito.
Il film diretto da Travis Knight, sfortunatamente, risulterà fin troppo scollegato dalla trama centrale, nonostante alcuni elementi si sposino alla perfezione con il capostipite della saga targata Bay. Tralasciando regia e sceneggiatura, che pur sono di discreta fattura, il design del robot giallo e del suo comandante Prime vengono completamente stravolti. Bumblebee rischia di far arrabbiare molti fan dell’adrenalica saga dei Transformers. Nasce probabilmente come un prodotto dedicato ai più piccoli: anche il design dei due malvagi Decepticon pare molto meno terrificante, rispetto a quello portato in scena da Michael Bay. Penalizzante, seppur originale, la scelta di creare la prima Decepticon al femminile.

Stefano Berardo


,

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *